Turris da infarto, vittoria e primato. Fabiano e Colantonio: “Abbiamo gli attributi”

Turris-Torres-stadio-Liguori-Torre-de-Greco-mariella-romano-cronaca-e-dintorni
Fabiano ( foto Salvatore Varo)

Tre punti soffertissimi, ma dal peso specifico elevatissimo. La Turris batte (3-2) la Torres in rimonta in una gara che i tifosi corallini difficilmente dimenticheranno: sotto di due reti in un primo tempo ben giocato dai sardi e con una Turris troppo imprecisa in attacco e con qualche disattenzione difensiva di troppo, gli uomini di Fabiano l’hanno ribaltata nella ripresa gettando il cuore oltre l’ostacolo grazie ai fondamentali innesti di Celiento, Aliperta, Simonetti e Sowe. Una vittoria da infarto che vale il primo posto in classifica, con l’Ostia ed il Latte Dolce che inseguono rispettivamente a due e tre lunghezze.

“Abbiamo dimostrato che la Turris è una nave difficile da affondare” dice il presidente Colantonio in sala stampa. “Anche oggi siamo usciti dalla tempesta ed adesso siamo in porto. Sotto di due a zero contro una signora squadra, l’abbiamo vinta tre a due: questo dimostra che la Turris ha gli attributi e speriamo di averli fino alla fine”.

“Il primo tempo non è stato brutto” si addentra nel’analisi tecnica Fabiano (nella foto di Salvatore Varo). “Sono stati bravi loro a pressarci alto e nonostante questo avevo detto di giocare dalle retrovie, però abbiamo sbagliato sistematicamente l’ultimo passaggio ed abbiamo avuto negligenza nei due gol subiti. Nel secondo tempo abbiamo dimostrato di avere gli attributi e tatticamente siamo stati ineccepibili. Siamo scesi in campo con la cattiveria giusta, con qualità e personalità, consapevoli che potevamo portare il risultato a casa. Complimenti a chi è subentrato perché ha fatto la differenza facendosi trovare pronto”.

Il tecnico spiega la chiave di volta nell’intervallo: “Io ci credevo. Tatticamente abbiamo cambiato modulo passando al 4-2-4, ma soprattutto abbiamo avuto la mentalità e la voglia di vincere. Sul due a due potevamo accontentarci, invece siamo andati avanti alla ricerca della vittoria. Complimenti al pubblico che ci ha supportato alla grande anche quando eravamo sotto di due reti e siamo stati bravi noi a trascinarli con quell’inizio ripresa veemente”.

Un elogio a quelli che sono subentrati e che hanno interpretato perfettamente il secondo tempo: “Longo infortunato? Per ora mi godo la vittoria con quelli che sono subentrati a Longo. È stata una vittoria ancora più importante perché fare tre gol senza Longo vuol dire che dobbiamo dare merito a chi è subentrato che lo ha sostituito con grande mentalità”.

Superato un trittico difficile di partite? Per il tecnico corallino sono tutte difficili: “La Torres ha giocatori di qualità come tutte le squadre di questo girone”, conclude Fabiano. “A Lanusei sarà un’altra gara difficile. Io ne ho fatti quattro di gironi e vi posso affermare che questo è un girone di qualità nei giocatori e negli allenatori, basti pensare che la coppia centrale difensiva del Muravera lo scorso anno ha giocato titolare in Lega Pro”.

redazione

redazione

Articoli Correlati

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto Protetto