Riapre a tempo pieno la biblioteca di villa Macrina dedicata al giornalista Enzo Aprea

Torre del Greco, l’annuncio dell’assessore alla Cultura Enrico Pensati

Riapre a tempo pieno la biblioteca comunale di villa Macrina, dedicata al giornalista di Torre del Greco, Enzo Aprea. Superata l’emergenza Covid, l’assessore alla Cultura, Enrico Pensati, è riuscito a dare una nuova organizzazione e, soprattutto, a garantire anche l’apertura pomeridiana dei locali attrezzati per la lettura, che si trovano in via Nazionale a Torre del Greco. 

Da domani, 17 giugno, la biblioteca resterà aperta dalle 8,30 alle 13 e dalle 14,30 alle 19. E, nel rispetto delle prescrizioni da adottare in funzione dell’emergenza Covid 19,  potranno accedere al massimo 25 persone a turno. L’accesso è consentito solo previa prenotazione da effettuarsi due giorni prima all’indirizzo mail [email protected]

Nel testo della mail, l’utente dovrà indicare nome, cognome, data di nascita e residenza, un recapito telefonico per eventuali contatti. In considerazione dell’emergenza epidemiologica e nel rispetto del provvedimento del Consiglio dei Ministri dello scorso 31 gennaio 2020 valevole sull’intero territorio nazionale è consentito prenotare per un massimo di tre giorni ovvero di n.3 turni (antimeridiano e/o pomeridiano). Solo dopo che sarà decorsa la data del terzo giorno/turno, l’utente potrà nuovamente inviare una ulteriore richiesta di prenotazione.

enrico-pensati-torre-del-greco-mariella-romano-cronaca-e-dintorni“Desidero pubblicamente ringraziare”, dice l’assessore Enrico Pensati, “la dirigente della Unità Organizzativa Biblioteca Luisa Sorrentino e il personale che verrà impiegato per aver consentito di restituire alla fruizione di studenti e cittadini un baluardo di cultura e speranza. La riapertura a tempo pieno della biblioteca comunale è il segno tangibile che insieme abbiamo voglia di metterci alle spalle una delle pagine più brutte e difficili della storia cittadina. Resta chiaramente un provvedimento di ordinaria amministrazione che a mio avviso assume i caratteri della straordinarietà se consideriamo che in un decennio abbiamo visto calare il personale dell’Ente da circa 900 a meno di 300 unità. È una inversione di tendenza che salutiamo con soddisfazione perché ci consente di affermare che a rimetterci questa volta  non sarà la cultura e le sue straordinarie opportunità”.

Mariella Romano

Mariella Romano

Giornalista freelance, ho imparato il mestiere di cronista consumando le suola delle scarpe. Non canto storie, scrivo ciò che vedo e racconto l’umanità che incontro. Non sopporto i numeri. Non so fare equazioni e conti e, in un mondo di variabili, alla ragione preferisco il cuore. Mi piace, assai, la terra in cui vivo.

Articoli Correlati

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto Protetto