Presentazione dei calciatori Romano e Sandomenico – foto Pasquale D’Orsi

Due nuovi acquisti per la Turris: Romano e Sandomenico si presentano ai corallini

turris-torre-del-greco-mariella-romano-cronaca-e-dintorni
Presentazione dei calciatori Romano e Sandomenico – foto Pasquale D’Orsi

Il primo acquisto dopo le riconferme, l’ultimo annuncio in casa Turris. Romano e Sandomenico (nella foto di Pasquale D’Orsi) si presentano alla piazza corallina in una sala stampa che riapre i battenti per l’occasione (con tutte le dovute precauzioni anti Covid).

“La Turris è stata una priorità” afferma Sandomenico. “Mi avevano detto che è una società seria e che c’è un progetto di crescita, poi ritrovo mister Fabiano che mi ha allenato per tre anni ad Arzano e con il quale ho sempre avuto un rapporto di stima reciproca”.

Lui che la C ormai la conosce bene, avverte: “Questa serie C è un’altra serie B per la presenza di squadre e piazze come Bari, Catania, Palermo che hanno fatto categorie importanti come serie A e serie B. Se non si corre e non si lotta, faremo fatica”, dice il neo acquisto corallino. “Prima ci salviamo e meglio è, perché se ci ritroviamo nelle ultime giornate a dover vedere e sperare nei risultati delle altre, allora si fa dura. Se invece raggiungiamo quanto prima la salvezza, a quel punto possiamo anche guardare ai playoff perché se ne qualificano dieci e possiamo dire la nostra. La società è seria, l’allenatore è ottimo, staranno sicuramente facendo acquisti importanti, quindi abbiamo tutte le carte in regola per fare bene e giocarcela con chiunque. Vince chi corre di più e non i nomi sulla carta”.

Lo ha lanciato nel calcio professionistico ad Arzano, la presenza di mister Fabiano in panchina è stato sicuramente un elemento che “ha pesato tanto perché per me è stato un secondo padre e mi è stato vicino anche nei miei momenti personali di difficoltà. Al di la di questo, la società mi ha voluto fortemente e quando una società ti cerca così e crede in te, devi accettare subito perché dopo non sai cosa trovi”.

Sull’aspetto tattico, Sandomenico rivela: “Preferirei il 4-3-3 e in quel modulo attaccante esterno per giocare più vicino alla porta, però sono cose che decide il mister. Se c’è da fare il 4-4-2, come Fabiano ha fatto ad Arzano in D, lo farò e lui deciderà in quale ruolo”.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche il centrocampista Romano: “Non ho aspettato altre offerte perché quando un calciatore sente la fiducia e l’interesse vero verso di sé, non c’è null’altro da aspettare e deve firmare. Cosa mi aspetto da questa esperienza? Non mi pongo obiettivi, quello che posso garantire è il massimo impegno e la massima dedizione in tutto quello che farò insieme ai miei compagni. Il girone è veramente impegnativo e non bisogna mai abbassare la guardia”.

Romano ricorda anche l’esperienza con una squadra di serie A: “Sì, ho fatto un ritiro con il Napoli di Sarri, poi andai in prestito. Un’esperienza bella perché ti alleni con dei campioni e cerchi di catturare quello che puoi, io in particolare da Hamsik”.

Andrea Liguoro

Andrea Liguoro

Articoli Correlati

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto Protetto