Grave l’uomo investito in via Salvator Noto: è il padre dell’assessore Novella Ventimiglia

Torre del Greco, al vaglio degli inquirenti la posizione del motociclista che lo ha travolto

È il padre dell’assessore ai Lavori Pubblici, Novella Ventimiglia, l’uomo investito da una motocicletta in via Salvator Noto a Torre del Greco, intorno alle 12 di oggi 2 gennaio. Un brutto incidente nel quale Antonio Ventimiglia, commerciante in pensione, ha riportato la frattura del bacino e una probabile emorragia interna: accompagnato all’ospedale di Boscotrecase i medici hanno disposto l’immediato trasferimento al Cardarelli di Napoli dove è ricoverato in terapia intensiva in prognosi riservata.

Alla scena hanno assistito numerose persone che nell’ora di punta affollavano la strada: tra questi anche l’assessore all’Igiene Urbana e alla Polizia Municipale, Raffaele Arvonio che ha chiesto l’intervento immediato dell’ambulanza che sarebbe arrivata in via Salvator Noto dopo circa 25 minuti.

Secondo alcuni testimoni, il giovane alla guida, incurante delle persone che transitavano in quel momento, avrebbe azzardato un’impennata con la moto percorrendo un tratto di strada su di una sola ruota. Al momento della discesa, avrebbe travolto Antonio Ventimiglia. Una dinamica ancora da chiarire: le indagini e i rilievi sono affidati alla polizia municipale che è intervenuta sul posto e stanno visionando le telecamere. Gli agenti del comandante Salvatore Visone, stanno accertando i fatti e valutando la posizione dell’uomo che ha causato l’incidente e ha precedenti per uso di sostanze stupefacenti. Toccherà alla polizia municipale che hanno sottoposto il motociclista ai test tossicologici per accertare se fosse drogato al momento dell’impatto, stabilire se ci sia stata omissione di soccorso: a quanto pare il quarantenne che al momento si trova in stato di fermo, dopo aver investito il pensionato lo avrebbe lasciato in una pozza di sangue. Si sarebbe, infatti, allontanato con la moto per tornare a piedi in un secondo momento, rischiando di essere linciato dalle decine di persone intervenute in aiuto di Antonio Ventimiglia. 

Mariella Romano

Mariella Romano

Giornalista freelance, ho imparato il mestiere di cronista consumando le suola delle scarpe. Non canto storie, scrivo ciò che vedo e racconto l’umanità che incontro. Non sopporto i numeri. Non so fare equazioni e conti e, in un mondo di variabili, alla ragione preferisco il cuore. Mi piace, assai, la terra in cui vivo.

Articoli Correlati

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto Protetto