Fabiano elogia la sua Turris, Colantonio pronto ad investire sul mercato

turris-arzachena-torre-del-greco-mariella-romano-cronaca-e-dintorniLa mancata vittoria, che rappresenta di fatto un allungo fallito (restano quattro le distanze dalle dirette inseguitrici Ostia e Latte Dolce, adesso a pari punti al secondo posto, ma potevano essere sei), non mina la soddisfazione in casa corallina per aver riacciuffato nel finale una gara che ad un certo punto sembrava essere stregata.

“Quando non si vince, si sbaglia sempre qualcosa”, dice il presidente Colantonio a fine gara. “Abbiamo sbagliato nella parte finale, anche se sono errori relativi perché il portiere dell’Arzachena ha fatto la differenza in almeno due occasioni. Poi c’è stato il rigore sbagliato, la traversa subito dopo, altre occasioni fallite, ma comunque va bene così, poteva andare anche peggio. Siamo riusciti a non perdere, anche se penso che avremmo meritato molto di più”.

Il bicchiere, dunque, è mezzo pieno: “Non guardo le altre, penso solo alla mia squadra” continua il numero uno della società corallina. “Dobbiamo andare avanti spediti e cercare di non perdere punti come oggi, però potevamo anche perderla. Non dobbiamo pensare agli altri. Siamo una nave inaffondabile, la possono anche danneggiare ma non affonda”.

Domani al via la sessione invernale del calciomercato ed il presidente ha le idee chiare: “Puntelleremo la rosa ma non la stravolgeremo, parliamo pur sempre di una squadra prima in classifica che non ha mai perso. Sul mercato faremo tutto quello che potremo fare, non mi tirerò assolutamente indietro dinanzi a nessuna soluzione anche se dovesse arrivare dalla Lega Pro. La società è pronta ad investire su qualunque calciatore il mister ritenga funzionale alla causa”.

Elogia la sua squadra anche il tecnico Fabiano (nella foto di Salvatore Varo), che dice: “Dopo il rigore sbagliato e la traversa di Longo, ho pensato che l’avremmo persa. Ho contato almeno cinque palle gol nitide, siamo stati ingenui sul gol subìto sul loro unico tiro in porta, ma noi siamo stati bravi per qualità ed intensità di gioco creando tantissimo. Ci è mancato solo il risultato pieno che avremmo meritato per qualità e mentalità mostrata in entrambi i tempi”.

Quando non puoi vincere, non devi perdere e le vittorie dei campionati passano anche per partite così: “Il punto”, conclude Fabiano, “muove la classifica e da continuità di risultato. Abbiamo fatto una grossissima partita, avremmo dovuto capitalizzare di più le occasioni create. Abbiamo reagito alla grande dopo il gol subìto preso in un momento difficile e la squadra ci ha creduto fino alla fine provando a vincerla con grande cuore”.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Andrea Liguoro

Andrea Liguoro

Articoli Correlati

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto Protetto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: