Una mostra esclusiva per celebrare il maestro Antonio Madonna a cento anni dalla nascita

antonio-madonna-pittore-torre-del-greco-mariella-romano-cronaca-e-dintorniIl Centro d’Arte Mediterranea celebra i cento anni della nascita del maestro Antonio Madonna, tra le più importanti firme della pittura napoletana del XX Secolo. Con una eccezionale raccolta delle opere più significative realizzate dall’artista di Torre del Greco durante il suo lungo magistero pittorico, sarà allestita una mostra , in via Guglielmo Marconi, che resterà aperta dal 21 dicembre al 20 gennaio. Un mese intero per gustare le celeberrime marine ma anche introvabili opere giovanili, risalenti agli anni ’30 del secolo scorso; i dipinti del periodo dell’Accademia, valsi importanti riconoscimenti a livello nazionale; le creazioni realizzate durante il periodo di adesione al gruppo “Tradizione e Realtà”.

“Mettere insieme una collezione di questo valore e livello non è stato semplice”, spiega Gigi Madonna, presidente del Centro d’Arte Mediterranea di Torre del Greco e figlio dell’artista. “Infatti, non si trattava semplicemente di testimoniare le tappe più significative di una notevole vicenda artistica. Ciò che volevamo offrire al pubblico e alla miriade di appassionati di Antonio Madonna era semplicemente il meglio della sua produzione e possiamo affermare con orgoglio di esserci riusciti. Ma vogliamo regalare ai visitatori della mostra un’esperienza unica, per cui abbiamo deciso di realizzare anche una postazione multimediale per integrare ed arricchire ulteriormente una mostra che pensiamo abbia pochi eguali e che vuole celebrare degnamente uno dei più illustri artisti del panorama partenopeo del XX secolo”.

La rassegna sarà inaugurata sabato 21 dicembre alle 18,30 e resterà aperta al pubblico fino al 20 Gennaio 2020.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Mariella Romano

Mariella Romano

Giornalista freelance, ho imparato il mestiere di cronista consumando le suola delle scarpe. Non canto storie, scrivo ciò che vedo e racconto l’umanità che incontro. Non sopporto i numeri. Non so fare equazioni e conti e, in un mondo di variabili, alla ragione preferisco il cuore. Mi piace, assai, la terra in cui vivo.

Articoli Correlati

error: Contenuto Protetto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: