Turris, Longo sulla via del pieno recupero Staccati 500 biglietti in vista dell’Arzachena

Turris-Torre-del-Greco-mariella-romano-cronaca-e-dintorniEnorme il peso specifico della vittoria di Lanusei. E l’allungo in classifica su Ostiamare (a -4) e Latte Dolce (a -6) non è che la punta dell’iceberg di una domenica a decise tinte rosso corallo. Alla base ci sono la grande personalità messa in campo contro i sardi e l’atteggiamento complessivamente tenuto nel corso dei 90 minuti. Da grande squadra. Poi ovvio, i concomitanti risultati delle dirette concorrenti hanno innegabilmente contribuito ad incorniciare alla perfezione un quadro che già di per sé aveva intanto estasiato i circa cento indomiti giunti sino a Lanusei.
Rocciosa la Turris ammirata al Lixius. L’undici di Fabiano non si è lasciato nemmeno scalfire dall’orgogliosa reazione dei sardi, blindando con ordine e personalità il doppio vantaggio acquisito dopo appena quindici minuti di gioco. Merito di una difesa granitica, di una mediana autoritaria, di un attacco tarantolato.
Troppo presto, certo, per parlare di fuga, ma il segnale al campionato è stato intanto lanciato.
Domenica al Liguori arriverà l’Arzachena. Altra compagine impelagata in zona rossa e dunque a caccia di punti che valgono ossigeno. Altra insidia da tenere in debita ed assoluta considerazione. Mancherà Aliperta, fermato per un turno dal Giudice Sportivo; tornerà arruolabile capitan Longo, costretto ai box da uno stiramento ed intanto letteralmente tuffatosi – con ostinazione e sacrificio – nel programma di recupero pur di tornare il prima possibile in campo.
Contro l’Arzachena sarà – con ogni probabilità – l’ultima domenica con il Liguori a mezzo servizio. I lavori di messa in sicurezza del cornicione della tribuna sono ormai completati ed il dissequestro definitivo della struttura in cemento è ormai un traguardo vicino: non resta che passare per una nuova Commissione di Vigilanza e per l’acquisizione del piano antincendio definitivo. Dopo i due impegni esterni consecutivi contro Nuova Florida e Trastevere, Fabiano e i suoi ragazzi dovrebbero quindi trovare – contro il Cassino, il 22 dicembre – l’intero stadio a sostegno.
Ed a proposito di sostegno, sono circa 500 i tagliandi staccati – al prezzo di 10 euro – presso i botteghini del comunale nella prima fase della prevendita.
Nelle giornate di venerdì e sabato, i biglietti saranno invece a disposizione – al prezzo di 12 euro – presso le abituali rivendite (Salone Barbando, Tabaccheria Piripì, Club Turris piazza Luigi Palomba, Planet 365 di via Luise e via Nazionale, Scommettendo.it di Cristofaro Preite in viale Ungheria). Eventuali tagliandi residui saranno in vendita domenica, ai botteghini del Liguori, al prezzo di 15 euro.
Da lunedì, poi, via alla sessione invernale di mercato: “Nessuna rivoluzione, fanno saggiamente sapere dall’entourage corallino. Si punta insomma ad interventi mirati nel rispetto del valore e degli equilibri del gruppo di mister Fabiano.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Raffaella Ascione

Raffaella Ascione

Giornalista per passione

Articoli Correlati

error: Contenuto Protetto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: