Approvato in giunta il progetto che blinda Torre del Greco con le telecamere

raffaele-arvonio-carmela-pomposo-torre-del-greco-mariella-romano-cronaca
L’assessore Raffaele Arvonio con la consigliera Carmela Pomposo

Approvata in giunta la delibera che blinda Torre del Greco con 183 telecamere. Secondo il progetto firmato dall’assessore alla Polizia Municipale e all’Igiene Urbana, Raffaele Arvonio, e sollecitato dai consiglieri comunali Carmela Pomposo e Simone Gramegna, cinquantaquattro strade del centro e della periferia diventeranno sorvegliate speciali. Un programma che richiede un investimento di oltre un milione e trecentomila euro.

Gli occhi telematici, per garantire sicurezza ai cittadini ma anche per evitare scarichi illegali di rifiuti, controlleranno in tempo reale i quartieri a rischio criminalità o ritenuti strategici per il flusso del traffico. Nell’elenco ci sono zone che sempre più spesso vengono prese di mira oltre che da rapinatori anche dai rigattieri che utilizzano Torre del Greco come una discarica: da via Scappi Novesca a via Litoranea; da via XX Settembre a viale Europa; da via Montagnelle a via Sotto ai Camaldoli. 

simone-gramegna-cabio-casacca-torre-del-greco-mariella-romano
Simone Gramegna

Il Comune che ha sottoscritto con la Prefettura di Napoli il Patto per l’attuazione della sicurezza urbana, per comprare le 183 telecamere punta a ottenere un finanziamento di circa un milione centocinquanta mila euro dal Ministero degli Interni e dal Ministero dell’Economie e Finanze. L’Ente comunale, di tasca sua, impegnerà circa centocinquantamila euro.

Il progetto prevede l’apertura di una centrale operativa all’interno del Comune con più postazioni di controllo. Le attrezzature saranno in funzione notte e giorno e saranno in grado di catturare le immagini e contestualmente di archiviare i numeri di targa delle macchine in transito. Un sistema innovativo che consentirà alla polizia municipale di verificare in pochi minuti anche se la vettura è rubata; se l’assicurazione è scaduta o se è in fermo amministrativo.

Mariella Romano

Mariella Romano

Giornalista freelance, ho imparato il mestiere di cronista consumando le suola delle scarpe. Non canto storie, scrivo ciò che vedo e racconto l’umanità che incontro. Non sopporto i numeri. Non so fare equazioni e conti e, in un mondo di variabili, alla ragione preferisco il cuore. Mi piace, assai, la terra in cui vivo.

Articoli Correlati

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto Protetto