Ricostruito il volto della donna sbranata dai cani: lungo intervento al Cardarelli

Torre del Greco, la pensionata era stata aggredita da due alani scappati da una villa privata

sbranata-cane-torre-del-greco-mariella-romano-cronacaÈ stata sottoposta ad un delicato intervento chirurgico, Maria Solvino la donna di 75 anni aggredita da due alani che sarebbero scappati da una villa privata, in via Lamaria a Torre del Greco, la sera di domenica 21 giugno (leggi articolo Sbranata e sfigurata dai cani. La figlia: vi racconto l’orrore). Mentre la polizia prosegue le indagini per accertare dinamica e responsabilità, i medici del Cardarelli dove la pensionata è stata ricoverata la sera dell’incidente dopo essere stata ricucita con centinaia di punti al Maresca, le hanno ricostruito naso e parte dello zigomo restituendo mobilità al viso. Nel corso dell’intervento i medici non hanno trascurato l’estetica: il volto della pensionata, infatti, era stato completamente sfigurato dai morsi dei cani che l’hanno aggredita senza motivo mentre andava a buttare la spazzatura. Dunque, un’operazione di altissima specializzazione, eseguita con tecniche innovative dall’unità operativa di Chirurgia Maxillo Facciale diretta da Maurizio Gargiulo e dall’equipe di Chirurgia Plastica diretta da Roberto d’Alessio:  in sala operatoria sono stati coadiuvati da Ilaria Mataro.

Leggi anche Aggredita da cani mentre butta la spazzatura

“Il calvario non è ancora finito”, racconta la figlia di Maria Solvino, Virginia Russo. “Mamma è molto sofferente, provata e spaventata per quello che è accaduto e non sappiamo quando potrà tornare a casa. Speriamo solo che il momento più difficile sia passato. Ma voglio ringraziare tutti i medici che l’hanno aiutata. Innanzitutto gli specialisti dell’ospedale Maresca dove è arrivata con il volto frantumato dai morsi: sono stati bravissimi a ricucire con quasi duecento punti di sutura le ferite che aveva anche sul corpo. E ringrazio gli specialisti del Cardarelli che la stanno curando con amorevole attenzione: hanno eseguito un intervento davvero complicato che speriamo l’aiuti a ritornare a come era prima dell’aggressione”. 

Mariella Romano

Mariella Romano

Giornalista freelance, ho imparato il mestiere di cronista consumando le suola delle scarpe. Non canto storie, scrivo ciò che vedo e racconto l’umanità che incontro. Non sopporto i numeri. Non so fare equazioni e conti e, in un mondo di variabili, alla ragione preferisco il cuore. Mi piace, assai, la terra in cui vivo.

Articoli Correlati

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto Protetto