“Nella mia famiglia quattro persone hanno sintomi Covid ma nessuno ci aiuta”

Torre del Greco, l’appello disperato di una commerciante che ha già perso un cugino

contagio-covid-torre-del-greco-mariella-romano-cronaca-e-dintorni“Mio cugino è morto per Covid19 la settimana scorsa. Era un commerciante di biancheria, viveva a Torre Annunziata ma lavorava a Torre del Greco, tra via Nazionale e Santa Maria La Bruna, via Mortelle e parco Postiglione. Andava casa per casa: si sedeva, beveva il caffè e contrattava con le signore. Durante una di queste visite, si è infettato ma chi lo curava lo ha scoperto troppo tardi. Così molte persone con le quali ha avuto contatto, si sono ammalate.  Si è attivato un effetto a catena: da un contagio ne sono partiti altri. E adesso c’è il rischio che non si fermino più”.

È un fiume in piena Marilina Vinci, anche lei commerciante di via Nazionale, a Torre del Greco. Da qualche settimana si è chiusa in casa, in quarantena volontaria, per assistere una zia di novant’anni: ha deciso di raccontare la sua storia, perché è disperata. 

“Nella mia famiglia ci sono almeno altre quattro persone che potrebbero essere positive al Covid19, ma nessuno interviene per accertare la salute di tutti e impedire che altri possano contagiarsi. Mia cugina che vive in via Litoranea, dopo dieci giorni di febbre trattata in casa, è stata ricoverata lunedì 23 marzo all’ospedale Maresca per una polmonite interstiziale bilaterale. Da allora abbiamo ricevuto solo scarse notizie da qualche infermiere di buona volontà che ha risposto alle nostre chiamate. Poi ci hanno detto che è stata intubata perché le sue condizioni sono peggiorate. Ha fatto il tampone solo da qualche giorno e ancora aspettiamo l’esito del test. Il marito, diabetico e iperteso ha la febbre; il figlio e la nuora hanno gli stessi sintomi e la figlia è in quarantena a Napoli. Intanto il tempo passa e i rischi aumentano. Vi prego, fate qualcosa, aiutateci tutti”.  

Mariella Romano

Mariella Romano

Giornalista freelance, ho imparato il mestiere di cronista consumando le suola delle scarpe. Non canto storie, scrivo ciò che vedo e racconto l’umanità che incontro. Non sopporto i numeri. Non so fare equazioni e conti e, in un mondo di variabili, alla ragione preferisco il cuore. Mi piace, assai, la terra in cui vivo.

Articoli Correlati

1 Comment

  • chiama un bell avvocato che abbia 77 attributi e fai denunce denunce alla procura della repubblica inizia dall asl a tutte le nostre autorità che hai chiesto aiuto e ti hanno abbandonata chiama Barbara D urso mattino 5 chiama tutti non è possibile che debbano farci morire come i topi
    Che Dio vi assista tutti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto Protetto