Lo chiamano mercato: frutta e verdura tra escrementi e spazzatura – Il video

Torre del Greco, l’area mercatale di viale Sardegna trasformata in deposito e parcheggio di autocompattatori

mercato-ortofrutta-torre-del-greco-mariella-romano-cronaca-e-dintorni-Le immagini sono eloquenti e raccontano le pessime condizioni del mercato ortofrutticolo di viale Sardegna a Torre del Greco. L’area, attrezzata per la vendita di frutta e verdura, è diventata deposito di autocompattatori della ditta Buttol che si occupa della raccolta rifiuti e che, secondo una disposizione comunale, avrebbe dovuto usare l’ex eco punto solo per fare il servizio di trasferenza della spazzatura da camion piccoli a grandi. Una strana e pericolosa convivenza dal punto di vista igienico sanitario, con miasmi che rendono l’aria irrespirabile e il rilascio di percolato sull’asfalto sudicio.

mercato-ortofrutta-torre-del-greco-mariella-romano-cronaca-e-dintorni-A peggiorare la situazione e favorire l’inquinamento ambientale, anche il deposito di rifiuti speciali sequestrato dai carabinieri del Noe, intervenuti a quanto pare in seguito ad un esposto presentato alla Procura della Repubblica di Torre Annunziata dall’ex sindaco Ciro Borriello. I militari del nucleo operativo ecologico, oltre ai cassoni dismessi avrebbero trovato anche materiale pericoloso per la salute. Una situazione catastrofica, denunciata più volte anche dal presidente della commissione d’inchiesta sui rifiuti, Valerio Ciavolino: l’ex sindaco, oggi consigliere di opposizione a Palazzo Baronale, potrebbe aver dedicato un intero capitolo alla situazione dell’area mercatale nel dossier riservato alle forze dell’ordine.

Mariella Romano

Mariella Romano

Giornalista freelance, ho imparato il mestiere di cronista consumando le suola delle scarpe. Non canto storie, scrivo ciò che vedo e racconto l’umanità che incontro. Non sopporto i numeri. Non so fare equazioni e conti e, in un mondo di variabili, alla ragione preferisco il cuore. Mi piace, assai, la terra in cui vivo.

Articoli Correlati

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto Protetto