L’isola della discordia: sabato sera insegne spente per protestare contro la Ztl

Torre del Greco. La decisione dell’Associazione Commercianti Torresi che minaccia di abbassare anche le serrande

via-roma-torre-del-greco-mariella-romano-cronaca-e-dintorniPrima spegneranno le insegne poi abbasseranno le serrande: i negozianti che aderiscono all’Associazione Commercianti Torresi o che sono semplicemente contrari all’isola pedonale, rispondono a muso duro alla decisione del Comune di Torre del Greco di chiudere al traffico il centro storico. Alla vigilia della Ztl che da domani 25 gennaio e fino al 26 dicembre prossimo trasforma, ogni sabato dalle 16 alle 20,30,  in zona pedonale via Roma, Corso Vittorio Emanuele (fino all’incrocio con via Circumvallazione) e via Diego Colamarino, non si placano le polemiche tra i favorevoli e i contrari.

Da una parte c’è l’Ascom con il presidente Giulio Esposito che applaude all’iniziativa. Dall’altra c’è l’Associazione Commercianti Torresi che fa capo a Giammarco Del Prato che minaccia di “dissociarsi e disertare” l’isola pedonale chiudendo ogni sabato, ad oltranza, i negozi”. Una protesta che inizierà a concretizzarsi con un piccolo segnale già domani pomeriggio quando le insegne di coloro che non vogliono la Ztl resteranno spente: “Ma se non ascolteranno le nostre richieste”, spiega il presidente Del Prato, “già sabato 1 febbraio resteremo chiusi. Nel frattempo i nostri legali stanno valutando la possibilità di impugnare la delibera rivolgendoci al Tar”.

isola-pedonale-torre-del-greco-mariella-romano-cronaca-e-dintorni“Siamo stufi di subire scellerate decisioni politiche sulla nostra pelle”, attaccano i commercianti di Atc. “Abbiamo sempre investito di tasca nostra, coinvolgendo l’amministrazione nei nostri progetti, perché siamo convinti che l’unione fa la forza. Ma non possiamo accettare scelte calate dall’alto e senza apparente senso logico. Ribadiamo che non siamo contro la Ztl ma siamo contrari ad una chiusura delle strade senza una progettualità concreta. Così com’è pensata oggi, l’isola pedonale favorisce il caos e il traffico nelle zone limitrofe e scoraggia i clienti a frequentare il centro storico.

Perplessità che l’amministrazione comunale, a quanto pare, intende affrontare e risolvere: i tecnici del Comune, con il comandante della polizia municipale, Salvatore Visone, starebbero valutando la possibilità, sollecitata dagli stessi commercianti di fare confluire, durante del ore di Ztl, le auto in uscita dal parcheggio Corallo su via Madonna del Principio invertendo l’attuale senso di marcia; di prevedere il doppio senso in via Vittorio Veneto e introdurre le navette per il collegamento dai parcheggi al centro storico.

Intanto l’amministrazione spera nella collaborazione piena dei commercianti per animare la Ztl con iniziative come sagre, spettacoli e concerti. Per questo, il presidente della prima commissione consiliare, Gaetano Frulio, promotore con Carmela Pomposo e l’assessore alla viabilità Raffaele Arvonio del progetto che pedonalizza il centro storico, ha organizzato un incontro aperto ai commercianti e ai cittadini per lunedì 3 febbraio alle 13,30 nell’aula consiliare di Palazzo Baronale.

LEGGI ANCHE LA ZTL INCASSA IL Sì DEGLI ASSOCIATI ASCOM

LEGGI ANCHE CHIUDE AL TRAFFICO SALVATOR NOTO

Mariella Romano

Mariella Romano

Giornalista freelance, ho imparato il mestiere di cronista consumando le suola delle scarpe. Non canto storie, scrivo ciò che vedo e racconto l’umanità che incontro. Non sopporto i numeri. Non so fare equazioni e conti e, in un mondo di variabili, alla ragione preferisco il cuore. Mi piace, assai, la terra in cui vivo.

Articoli Correlati

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto Protetto