Il video. Sulle spiagge torresi l'alga tossica non fa paura: "Mai visto il mare così pulito". In acqua anche i bambini.

All’indomani dell’ordinanza che vieta la balneazione su di un tratto del litorale di Torre del Greco per la presenza dell’alga tossica individuata dall’Arpac, il sessanta per cento dei clienti che di solito utilizza gli stabilimenti di via Litoranea, ha preferito disdire ombrellone e cabina scegliendo altre mete per un tuffo nell’ultimo weekend di luglio. Un dato sconfortante per gli operatori del settore, che già stanno facendo i conti con i disagi legati alla crisi del servizio di raccolta rifiuti, che pure sta mettendo a dura prova il turismo.

“Di ufficiale non ci è stato comunicato niente”, dicono in coro i proprietari dei lidi di via Litoranea. “L’ordinanza di divieto di balneazione non ci è stata ancora notificata. Quello che sappiamo l’abbiamo appreso dai giornali. Intanto però moltissimi clienti hanno avuto paura di scendere al mare e hanno disdetto anche le prenotazioni di ombrelloni, sdraio e cabine”.

Ma, a mezzogiorno di sabato 28 luglio, sulle spiagge semideserte di via Litoranea, c’erano anche i temerari che nonostante il divieto hanno continuato a fare immersioni, capriole e tuffi. Tra questi, anche molti bambini.

Il video.
[wpvideo W2IRw3s3]

Mariella Romano

Mariella Romano

Giornalista freelance, ho imparato il mestiere di cronista consumando le suola delle scarpe. Non canto storie, scrivo ciò che vedo e racconto l’umanità che incontro. Non sopporto i numeri. Non so fare equazioni e conti e, in un mondo di variabili, alla ragione preferisco il cuore. Mi piace, assai, la terra in cui vivo.

Articoli Correlati

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto Protetto