I negozi spengono le luci in segno di lutto per la morte di Antonio Ventimiglia

L’iniziativa di Ascom e Confesercenti che protestano anche contro il degrado

antonio-ventimiglia-incidente-torre-del-greco-mariella-romano-cronaca-e-dintorniLuminarie e insegne dei negozi al buio. I negozianti di via Roma, Salvator Noto e Diego Colamarino, hanno deciso di spegnere le luci della festa per ricordare la tragica scomparsa di Antonio Ventimiglia, commerciante in pensione, titolare per decenni de La Cicogna.

All’iniziativa promossa da Ascom e Confesercenti, hanno aderito tutti negozianti che oggi 3 dicembre hanno scelto di condividere il lutto e partecipare al dolore della famiglia Ventimiglia lasciando spente le insegne e le vetrine. 

“I commercianti”, dicono gli esponenti della categoria, “oltre a ricordare Antonio Ventimiglia, stanno protestando contro lo stato di degrado in cui è sprofondata la città. Degrado culturale e umano che sta ingiustamente travolgendo tutta la comunità”.

 

Mariella Romano

Mariella Romano

Giornalista freelance, ho imparato il mestiere di cronista consumando le suola delle scarpe. Non canto storie, scrivo ciò che vedo e racconto l’umanità che incontro. Non sopporto i numeri. Non so fare equazioni e conti e, in un mondo di variabili, alla ragione preferisco il cuore. Mi piace, assai, la terra in cui vivo.

Articoli Correlati

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto Protetto