Gara di solidarietà per i disabili del don Orione: Farmaciste Insieme organizza una festa per costruire una stanza multisensoriale al centro di Ercolano.

stanza-multisensoriale1.jpg
Stanza multisensoriale

Servirà a finanziare una stanza mutisensoriale per i disabili del centro don Orione di Ercolano il ricavato della festa di primavera organizzata dall’associazione Farmaciste Insieme, in programma per il prossimo 17 maggio alle 20,30 a villa Doria D’Angri, in via Francesco Petrarca, 80 a Napoli. L’evento dal titolo Primavera in Alleria, ha già fatto partire la macchina della solidarietà. Con l’intento di aiutare i responsabili del don Orione ad attrezzare, nella struttura di via Vesuvio, un laboratorio multisensoriale destinato a migliorare la qualità della vita ai disabili più gravi, si stanno infatti mobilitando decine di persone offrendo supporto e collaborazione agli organizzatori: in poche settimane sono stati già venduti oltre quattrocento biglietti.

“Siamo ormai alle battute finali”, spiega Raffaella Margiotta, del direttivo di Farmaciste Insieme. “Siamo state travolte dall’entusiasmo e dalla partecipazione di tante persone che hanno aderito all’iniziativa e di questo siamo felicissime. Il prossimo 17 maggio, a villa Doria D’Angri, faremo festa e, grazie agli sponsor, offriremo ai partecipanti una cena a buffet, accompagnata da musica, canti e balli. La serata sarà infatti allietata dagli Starfunky e dal violino del maestro Antonio Ruocco“.

Farmaciste Insieme
Farmaciste Insieme

È il terzo evento di beneficenza organizzato da Farmaciste Insieme: in altre due occasioni l’associazione ha raccolto fondi per i bambini ricoverati all’ospedale Pausilipon di Napoli e per i disabili che occupano Villa La Gloriette, che si trova sulla collina di Posillipo, confiscata al boss Michele Zaza.

Alessandro Di Vaio
Alessandro Di Vaio

È la seconda volta, invece, che i benefattori si attivano per regalare una stanza multisensoriale ai ragazzi che frequentano il don Orione di Napoli e di Ercolano. La prima campagna-fondi è partita nel 2018 con la vendita del libro La mia vita è cambiamento, di Alessandro Di Vaio, il poeta che comunicava con i segni. Il giovane disabile, prima di morire, aveva espresso il desiderio di destinare il ricavato del libro al progetto. Il sogno si è avverato a Natale scorso con l’inaugurazione di una stanza multisensoriale all’istituto don Orione di Napoli.

Mariella Romano

Mariella Romano

Giornalista freelance, ho imparato il mestiere di cronista consumando le suola delle scarpe. Non canto storie, scrivo ciò che vedo e racconto l’umanità che incontro. Non sopporto i numeri. Non so fare equazioni e conti e, in un mondo di variabili, alla ragione preferisco il cuore. Mi piace, assai, la terra in cui vivo.

Articoli Correlati

0 Comment

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto Protetto