Il Covid ferma la processione dell’Immacolata: niente corteo l’8 dicembre

Torre del Greco, esposto il Basilica il bozzetto del carro che sarà realizzato nel 2021

carro-trionfale-immacolata-2020-torre-del-greco-mariella-romano-cronacaIl Covid ferma la processione del carro trionfale che l’8 dicembre di ogni anno il popolo torrese porta in spalla lungo le strade della città per tenere fede ad un voto fatto alla Madonna che fermò l’eruzione del Vesuvio nel 1861. L’annuncio è arrivato con un comunicato stampa firmato dal parroco della Basilica Pontificia di Santa Croce, don Giosuè Lombardo e dal suo vice, don Antonio Germano, nel giorno della ricorrenza di San Gennaro, santo patrono di Torre del Greco. Ma anche se l’emergenza sanitaria ha imposto uno stop alla processione, per fortuna non è riuscita a fermare l’arte. Infatti, oggi 19 settembre, il bozzetto del carro dal titolo “Ave Maria”, firmato quest’anno dall’artista Raffaele Di Maio, come tradizione vuole, è stato comunque presentato ed esposto in Basilica.

“Il bozzetto”, spiegano i sacerdoti, “si ispira alla preghiera che ci viene insegnata fin da bambini e che, soprattutto nelle difficoltà, riaffiora sulle labbra e nei cuori. Papa Francesco ci ricorda che “Dio saluta una donna, la saluta con una verità grande: ‘Io ti ho fatto piena del mio amore, piena di me, e così come sarai piena di me sarai piena del mio Figlio e poi di tutti i figli della Chiesa’. Ma la grazia non finisce lì: la bellezza della Madonna è una bellezza che dà frutto, una bellezza madre”.

Il bozzetto, rimarrà esposto in Basilica per tutto l’anno e sarà costruito per la solennità dell’Immacolata 2021, quando saranno celebrati i centosessanta anni del voto.

“Per questo particolare momento”, si legge ancora nel comunicato stampa, “la venerata immagine dell’Immacolata, sarà esposta in Basilica su un’apposita struttura che, per l’occasione utilizzerà il tradizionale scivolo del carro trionfale e sarà circondata da tutti i puttini con i simboli mariani. Per venire incontro al desiderio di venerazione, l’immagine resterà esposta nella navata centrale della Basilica, per tutto il tempo delle feste natalizie. Conviene ricordare che per sciogliere il voto dei nostri padri, trattandosi di un rapporto spirituale con la Madre del Signore, è necessario accostarsi ai sacramenti della confessione e dell’Eucarestia, pregare il rosario ed esprimere la solidarietà cristiana, con chi è nel bisogno. Come abbiamo più volte affermato, torna quanto mai attuale che “la Madonna, più che portarla sulle spalle, occorre portarla nel cuore tutti i giorni, sulle strade della vita”.

Come ogni anno, all’inizio di novembre, sarà pubblicato il programma delle celebrazioni (in forma cartacea lo si potrà ritirare presso la sagrestia della Basilica) con le indicazioni per poter accedere in Basilica, secondo le norme anti-Covid.

Mariella Romano

Mariella Romano

Giornalista freelance, ho imparato il mestiere di cronista consumando le suola delle scarpe. Non canto storie, scrivo ciò che vedo e racconto l’umanità che incontro. Non sopporto i numeri. Non so fare equazioni e conti e, in un mondo di variabili, alla ragione preferisco il cuore. Mi piace, assai, la terra in cui vivo.

Articoli Correlati

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto Protetto