Cosparge i mobili di alcool e appicca il fuoco: distrutto un villino in secondo vico San Vito

Torre del Greco, responsabile una donna con problemi psichiatrici

Ha cosparso mobili, materassi e divani con l’alcool e ha appiccato il fuoco. Quando le fiamme hanno iniziato a divorare le stanze e il fumo acre ha invaso l’appartamento, è uscita sul balcone per non soffocare. I pompieri arrivati con la polizia e un’ambulanza in secondo vico San Vito a Torre del Greco, hanno prima messo in sicurezza la settantenne autrice del rogo e poi hanno lavorato senza sosta per cercare di spegnere l’incendio e salvare il villino indipendente. Uno sforzo che si è rivelato inutile: in pochissimo tempo l’appartamento al primo piano è stato completamente distrutto dal fuoco.

L’incendio, doloso, è stato appiccato intorno alle 11,30 di mercoledì 8 aprile da una donna che soffre di disturbi psichiatrici e che, a quanto pare, aveva già tentato la notte precedente di bruciare la casa. Un progetto diabolico che era saltato solo grazie all’intervento tempestivo del marito. Non è andata così la mattina di mercoledì: la settantenne approfittando di un momento di distrazione del compagno, ha cosparso di alcool due stanze scatenando poi l’inferno.

La donna è stata messa in salvo dai pompieri che sono entrati in casa dal balcone. Accompagnata da un’ambulanza all’ospedale Maresca è stata ricoverata e sottoposta a un trattamento sanitario obbligatorio e poi riaffidata alla famiglia. Gli agenti del commissariato di Torre del Greco, diretti dal primo dirigente Antonietta Andria, hanno denunciato la pensionata per incendio doloso.

Mariella Romano

Mariella Romano

Giornalista freelance, ho imparato il mestiere di cronista consumando le suola delle scarpe. Non canto storie, scrivo ciò che vedo e racconto l’umanità che incontro. Non sopporto i numeri. Non so fare equazioni e conti e, in un mondo di variabili, alla ragione preferisco il cuore. Mi piace, assai, la terra in cui vivo.

Articoli Correlati

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto Protetto