Cinque alberi abbattuti dal vento. Paura per le famiglie che vivono alle falde del Vesuvio

Cinque alberi caduti in poche ore: due in via Sopra ai Camaldoli e tre in via Resina Nuova a Torre del Greco dove risiedono almeno cinquanta famiglie che rischiano di rimanere bloccate in casa. Il vento che secondo le previsioni dell’Aeronautica Militare nella giornata di mercoledì 13 novembre potrebbe raggiungere i settanta chilometri orari, sta creando problemi di sicurezza enormi: i pini bruciati negli incendi del 2017 e ormai morti, stanno crollando come fuscelli sui cavi dell’elettricità; sulle strade e sulle abitazioni, mettendo a rischio l’incolumità di adulti e bambini. 

I vigili del fuoco di Torre del Greco, gli agenti di polizia municipale e una squadra di operai dell’Enel, per tutto il pomeriggio di martedì e fino alle 22, hanno lavorato per eliminare il pericolo e cercare di mettere in sicurezza via Sopra ai Camaldoli e via Resina Nuova. Interventi tampone che, in questo momento, non riescono a garantire la sicurezza delle due strade. Anzi, secondo una relazione dei pompieri, dovrebbero essere completamente interdette al passaggio delle auto e dei pedoni proprio per il rischio altissimo di cadute improvvise di alberi. Una situazione drammatica che pesa sulle famiglie: sono migliaia i pini che devono essere abbattuti perché ormai irrecuperabili. Ma nonostante l’ordinanza con la quale sindaco Giovanni Palomba ha imposto ai titolari dei terreni di procedere alla immediata demolizione degli alti fusti, sono pochissimi i proprietari delle pinete ad avere programmato e provveduto alla sistemazione delle aree. 

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Mariella Romano

Mariella Romano

Giornalista freelance, ho imparato il mestiere di cronista consumando le suola delle scarpe. Non canto storie, scrivo ciò che vedo e racconto l’umanità che incontro. Non sopporto i numeri. Non so fare equazioni e conti e, in un mondo di variabili, alla ragione preferisco il cuore. Mi piace, assai, la terra in cui vivo.

Articoli Correlati

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto Protetto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: