Covid-19, caso sospetto in codice rosso paralizza il pronto soccorso del Maresca

Torre del Greco: donna ricoverata e in attesa del tampone da 24 ore

Una donna di Torre del Greco di 64 anni, malata di tumore e immunodepressa, è ricoverata da oltre ventiquattr’ore in codice rosso al pronto soccorso dell’ospedale Maresca, per un sospetto Covid-19. Gli specialisti, a quanto pare, non possono predisporre il trasferimento della paziente nel reparto di riabilitazione di un altro ospedale perché dalle 11 di sabato 7 marzo (ora del ricovero) ancora non è stato comunicato l’esito del tampone al quale è stata sottoposta. Un ritardo che rischia di paralizzare le attività di primo soccorso e di bloccare gli stessi medici che le stanno assicurando assistenza continua. Condizioni di lavoro particolarmente difficili per gli operatori che hanno avuto contatto con la donna e che, per cautela, hanno deciso di rimanere in servizio fino a quando a quando arriverà l’esito del tampone.

L’ospedale Maresca, non dispone di rianimazione e molti reparti sono stati completamente smantellati grazie alla scellerata politica di ridimensionamento praticata nell’ultimo ventennio dalle amministrazioni regionali che si sono susseguite e grazie alla scarsa capacità delle amministrazioni locali di farsi ascoltare.

Per fronteggiare l’emergenza legata al dilagare del Covid-19, il sindaco Giovanni Palomba proprio in questi giorni ha chiesto al governatore della Campania, Vincenzo De Luca, di riaprire i reparti e attrezzare nuovi posti letto per la rianimazione del pazienti contagiati. Una richiesta che, al momento, non ha ancora ricevuto risposta. 

Mariella Romano

Mariella Romano

Giornalista freelance, ho imparato il mestiere di cronista consumando le suola delle scarpe. Non canto storie, scrivo ciò che vedo e racconto l’umanità che incontro. Non sopporto i numeri. Non so fare equazioni e conti e, in un mondo di variabili, alla ragione preferisco il cuore. Mi piace, assai, la terra in cui vivo.

Articoli Correlati

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto Protetto