Via le bottiglie di plastica: in regalo migliaia di borracce per studenti e impiegati comunali

L’iniziativa della Gori e del Comune di Torre del Greco

raffaele-arvonio-mariella-romano-cronaca-e-dintorni
Raffaele Arvonio

Addio alla plastica nelle scuole elementari e medie e negli uffici comunali. Al ritorno dalle vacanze natalizie, gli impiegati del Comune e gli studenti di Torre del Greco, riceveranno in dono borracce e distributori dell’acqua. L’iniziativa promossa dalla Gori è stata sposata, su indicazione della consigliera Carmela Pomposo, dall’assessore all’Ambiente del Comune di Torre del Greco, Raffaele Arvonio, che aderendo alle linee guida del ministero, ha portato in giunta la delibera con la quale è stata approvata l’iniziativa che partirà a metà gennaio in tutte le scuole e negli uffici pubblici del territorio cittadino, con la distribuzione di migliaia di borracce. 

“Abbiamo deciso”, spiega l’assessore Arvonio, “di liberare dalla plastica gli edifici scolastici e gli uffici del Comune: studenti e impiegati ogni giorno consumano centinaia di bottiglie e di bicchieri monouso. Consegnando le borracce e dotando gli uffici di distributori d’acqua, siamo certi di riuscire a ridurre drasticamente l’uso della plastica”.

carmela-pomposo-torre-del-greco-mariella-romano-cronaca-e-dintorni
Carmela Pomposo

“Questo è solo il primo step di un progetto più ampio nel quale speriamo di coinvolgere anche le scuole superiori”, spiega Carmela Pomposo. “A metà gennaio inizieremo a distribuire borracce negli uffici comunali e nelle elementari e medie ma ci auguriamo di riuscire a soddisfare al più presto anche le esigenze degli istituti superiori”.

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Mariella Romano

Mariella Romano

Giornalista freelance, ho imparato il mestiere di cronista consumando le suola delle scarpe. Non canto storie, scrivo ciò che vedo e racconto l’umanità che incontro. Non sopporto i numeri. Non so fare equazioni e conti e, in un mondo di variabili, alla ragione preferisco il cuore. Mi piace, assai, la terra in cui vivo.

Articoli Correlati

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto Protetto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: