Torre del Greco. Torna la balneabilità sui lidi. Ma l'Arpac conferma la presenza dell'alga tossica in località Mortelle dove è vietato tuffarsi.

Torna la balneabilità nei lidi dell’ultimo tratto di via Litoranea ma l’Arpac conferma la presenza dell’Ostreopsis ovata in località Mortelle e impone al Comune di Torre del Greco di vietare tuffi e nuotate solo in quella zona. L’ultimo report dell’Agenzia per l’ambiente che ha fatto nuovi prelievi anche oggi, parla infatti di un fenomeno in regressione e per questo il sindaco Giovanni Palomba ha potuto revocare il provvedimento adottato il 27 luglio che vietava la balneazione nel tratto di mare che va da lido Incantesimo a località Mortelle. Una svolta che fa tirare un sospiro di sollievo al primo cittadino che promette di mantenere alta l’attenzione, visto che, per tutelare la salute dei bagnanti, nei prossimi giorni e per tutto il mese di agosto non si fermeranno i controlli sulla qualità dell’acqua.

Intanto, dopo l’iniziale smarrimento dei cittadini che sabato hanno disdetto ombrelloni, sdraio e cabine lasciando quasi deserte le spiagge, la Litoranea in questi giorni, complice l’afa e l’acqua all’aspetto limpida, è stata di nuovo presa d’assalto dalle persone che da anni frequentano gli stessi stabilimenti balneari.

revoca ordinanza

Mariella Romano

Mariella Romano

Giornalista freelance, ho imparato il mestiere di cronista consumando le suola delle scarpe. Non canto storie, scrivo ciò che vedo e racconto l’umanità che incontro. Non sopporto i numeri. Non so fare equazioni e conti e, in un mondo di variabili, alla ragione preferisco il cuore. Mi piace, assai, la terra in cui vivo.

Articoli Correlati

0 Comment

  • Non capisco come si possa fare ordinanze di balneazione o di divieto, a distanza di pochi metri. Come se il mare fosse immobile. Questa è una vecchia storia del mare torrese: tratti balneabili e tratti no; l’alga tossica presente in un punto e non nell’altro? Non mi piace questa presa in giro dei cittadini che io ricordo già quarant’anni fa…

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto Protetto