Successo per l’Animal Day dedicato agli esotici: al museo Pan “liberi di essere liberi”.

animal-day-Napoli-stella-cevasio-mariella-romano-cronaca-e-dintorniIl tema della sesta edizione: gli esotici, con lo slogan liberi di essere liberi. Una scimmia appesa a un attaccapanni: il disegno di una allieva dell’università Vanvitelli è diventata la copertina del programma ed è sul roll up all’ingresso. L’argomento non è secondario e ha riscosso l’interesse dei media: il traffico di animali esotici è al terzo posto, dopo quello della droga e delle armi, e costituisce un giro di oltre un miliardo  di euro.

L’unica giornata dedicata ai diritti degli animali a Napoli si è tenuta sabato 25 gennio a Palazzo Roccella, il museo comunale Pan concesso gratuitamente alle associazioni o organizzazioni che presentano progetti culturali di interesse scientifico. Nel centro della città sono arrivate centinaia di persone, come ogni anno, per partecipare agli incontri, alle conversazioni, per assistere alle proiezioni e alle campagne di sensibilizzazione che l‘associazione Animal Day – che dà il nome anche alla manifestazione – organizza e condivide con l’università partner, la Luigi Vanvitelli, corso di Design del Dipartimento di Architettura.

animal-day-Napoli-stella-cevasio-mariella-romano-cronaca-e-dintorni

animal-day-Napoli-stella-cevasio-mariella-romano-cronaca-e-dintorniSei anni fa, la prima edizione. Si parlò di sequestri di animali, di maltrattamento, di leggi e della loro applicazione. Poi l’alimentazione rispettosa dei diritti animali, la sperimentazione, gli allevamenti intensivi, quest’anno gli animali esotici e un focus su un problema cresciuto in questi ultimi anni: i pitbull e la loro irresponsabile gestione da parte di chi non conosce questa razza e pensa che siano tutti rose e fiori. Ospiti super-esperti, come il maggiore Marco Trapuzzano dei carabinieri forestali, che ha trascorso alla manifestazione l’intera giornata, animandone diversi momenti: l’Animal Day, svolgendosi nell’arco di una giornata, ripercorre e ripropone la formazione nelle tappe della vita, dall’infanzia alla maturità. Ha perciò inizio con le scuole, premiando i giovanissimi che hanno dimostrato una maggiore dedizione e interesse ai diritti animali, sia dal punto di vista teorico che da quello pratico, per passare a un ascolto più specialistico e a uno più divulgativo, che riguardano gli adulti ma non escludono le giovani generazioni. Medaglia d’argento Animal Day 2010 al maggiore Trapuzzano e al generale della Polizia locale di Napoli, Ciro Esposito, promotore di molte azioni contro i reati ai danni degli animali con la squadra ambientale coordinata dal capitano Enrico Del Gaudio. 

Al focus Pitbull & Co. hanno partecipato gli istruttori cinofili, internazionali, come Anne Bigi Schuster, e campani, come Rosaria Vernese e Emanuela Palmegiano, il veterinario specialista in comportamento Biagio Giorgio ed altri. Che, senza voler criminalizzare né gli umani che scelgono questa razza, né la razza stessa, hanno spiegato le caratteristiche di questi cani forti e gestibili solo da chi “studia” e si prepara, sconsigliando di produrre cucciolate perché l’attuale collocazione dei cani pitbull è complessa e moltissimi esemplari si incontrano nei canili, lasciati da proprietari che non li sanno gestire o recuperati, sempre frutto di abbandono, dai volontari per strada.

Premiati tre giovanissimi studenti delle scuole elementari e medie napoletane che assistono colonie feline, impegnandosi in prima persona, o hanno adottato gatti che sarebbero finiti in gattile, dopo averli salvati da pericoli. Un premio Imma Della Valle, intitolato a una sua giovane collega scomparsa nel 2012, anche alla veterinaria Angela Valenti, che, come la Della Valle, opera spesso pro bono e viene in aiuto dei volontari animalisti, sempre alle prese con la salute di animali abbandonati o proliferati sconsideratamente. Nel pomeriggio la tavola rotonda ancora con i carabinieri forestali, Ciro Troiano, criminologo della Lega Antivivisezione e responsabile dell’Osservatorio Zoomafie della Lav a Roma. La docente della Vanvitelli e responsabile scientifica dell’associazione Animal Day, Ornella Zerlenga, ha illustrato il progetto con le realizzazioni per una campagna di sensibilizzazione degli studenti, e da oggi parte la ricerca di uno sponsor che voglia utilizzarla e promuoverla.

Stella Cervasio

Stella Cervasio

Educatore cinofilo, esperta diritti animali.

Articoli Correlati

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto Protetto