Nuova emergenza sul Vesuvio: evacuate due case, rischio per l'ospedale Maresca. Il vicesindaco: ci hanno lasciati soli

“Ci hanno lasciati soli. Il territorio, fino a stamattina, non era presidiato dai vigili del fuoco. C’erano i volontari e la polizia municipale. Abbiamo cercato di fare l’impossibile per mettere in sicurezza gli abitanti di via Montedoro e via Garzilli, dove abbiamo evacuato due case. Ho dovuto chiamare otto volte i responsabili di Prefettura e Protezione Civile Regionale per fare arrivare mezzi di terra e canadair”.
L’accusa arriva da Romina Stilo, vicesindaco di Torre del Greco che attacca: “Avevo chiesto di continuare a monitorare per l’intero weekend le zone colpite dagli incendi. Mi hanno risposto che non c’era necessità”.
Alle 4 di stamattina, domenica 16 luglio, gli abitanti del parco Montedoro sono stati svegliati dal crepitio delle fiamme: molti hanno lasciato gli appartamenti anche per l’aria irrespirabile. In via Garzilli è stato necessario sgomberare due appartamenti. Per diverse ore, anche l’ospedale Maresca è stato lambito dal fuoco. Com’è la situazione adesso?
“E’ sotto controllo. Dopo la nostra segnalazione, finalmente la prefettura ha inviato molti mezzi di soccorso. La criticità maggiore l’abbiamo avuta in via Garzilli. Abbiamo inviato aiuti anche in località Le Fornacelle, in via Lupo Vecchio dove sta bruciando un costone e siamo preoccupati per un allevamento di cavalli”.
Allerta massima anche in via Ruggiero e in via Pisani dove già sono andati distrutti diversi ettari di pinete e i vitigni?
“Purtroppo sì. In via Ruggiero sta bruciando il sottobosco però ci sono mezzi di terra al lavoro. Stiamo aspettando i canadair per spegnere l’incendio completamente”.
Il pericolo maggiore sono i fumi?
“Infatti è l’aspetto che mi preoccupa di più. Per questo abbiamo allestito un punto di primo soccorso con i volontari del Centro Italiano Protezione Civile di Torre del Greco dove stiamo distribuendo mascherine nella speranza di scongiurare possibili crisi respiratorie”.
Intanto abitanti e volontari sono al lavoro senza sosta.
“Dobbiamo dire grazie alle tante persone che non si stanno risparmiando in queste ore. Decine di uomini, donne e ragazzi stanno scavando trincee con le pale per impedire al fuoco di propagarsi. Ma dobbiamo ringraziare anche un ristoratore di viale Europa, il signor Piero del risto-pub “Addu Me” che sta fornendo gratuitamente acqua e viveri ai soccorritori. Grazie anche agli abitanti che si stanno prodigando senza sosta dimostrando grande cuore e generosità”.fuoco.jpgfuoco2.jpg

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Mariella Romano

Mariella Romano

Giornalista freelance, ho imparato il mestiere di cronista consumando le suola delle scarpe. Non canto storie, scrivo ciò che vedo e racconto l’umanità che incontro. Non sopporto i numeri. Non so fare equazioni e conti e, in un mondo di variabili, alla ragione preferisco il cuore. Mi piace, assai, la terra in cui vivo.

Articoli Correlati

0 Comment

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto Protetto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: