Cercasi netturbini: ombre sulla selezione e Romina Stilo invia gli atti in Procura

Torre del Greco. La Buttol nel mirino delle opposizioni

romina-stilo-torre-del-greco-mariella-romano-cronaca-e-dintorni
Romina Stilo

Invoca chiarezza Romina Stilo. La decisione della Buttol di affidare ad un’agenzia interinale le assunzioni di 25 netturbini in previsione del nuovo piano di raccolta che prevede il porta a porta dal prossimo 29 gennaio, spinge l’ex vicesindaco della giunta di Ciro Borriello ad affilare le armi e prepararsi a quella che potrebbe diventare una battaglia legale.

“Sto mettendo insieme gli atti da inviare alla Procura della Repubblica”, spiega Romina Stilo. “Nel frattempo mi sono fatta promotore di una richiesta, sottoscritta da tutta l’opposizione, di convocare un Consiglio comunale monotematico sul problema rifiuti. All’ordine del giorno la gestione e in particolare la scelta della ditta Buttol di ignorare la decisione votata in aula dai consiglieri comunali di affidare ad un sorteggio le prossime assunzioni”.

Dubbi condivisi da tutti gli esponenti dell’opposizione che già a novembre avevano chiesto al sindaco Giovanni Palomba di nominare una commissione consiliare di inchiesta per monitorare gli atti relativi alla gestione dell’Igiene Urbana.

vincenzo-salerno-torre-del-greco-mariella-romano-cronaca-e-dintorni
Vincenzo Salerno – foto Pasquale D’Orsi

“Ma anche questo è stato ignorato”, attacca Vincenzo Salerno, capogruppo dei Cinque Stelle. “Aspettiamo da mesi risposte che continuano a non arrivare e per questo abbiamo chiesto la convocazione di un Consiglio monotematico. L’amministrazione deve spiegarci se è in corso un braccio di ferro con la Buttol visto che la ditta vincitrice dell’appalto ha completamente ignorato la richiesta votata dal Consiglio comunale di affidare le assunzioni dei netturbini ad un sorteggio. Ma vogliamo anche capire perché la procedura del sorteggio non sia stata imposta dal Comune all’interno del capitolato d’appalto”.

Domande che restano per il momento senza risposta, sulle quali anche l’ex sindaco Valerio Ciavolino e l’ex senatore Nello Formisano chiedono di fare chiarezza. A scatenare la rabbia sono soprattutto i vincoli imposti dall’azienda per la selezione dei candidati: gli aspiranti netturbini devono avere massimo 29 anni e devono aver maturato un’esperienza nel settore inferiore a un anno: “Con una sentenza della Corte d’Appello di Milano”, dice Nello Formisano “è stato stabilito che è discriminatorio imporre un limite massimo di età all’interno di un bando di concorso per l’assunzione di determinati profili nel pubblico impiego”.

“Un colpo gobbo a cinque mesi dal voto regionale”, attacca ancora Romina Stilo che aggiunge: “Non è stata fatta alcuna pubblicità alla procedura: tutto si è svolto nelle stanze dei bottoni. Così viene meno la trasparenza. È vero che i privati assumono come gli pare, ma in regime di servizio pubblico potrebbe essere un modo surrettizio per evitare l’evidenza pubblica, la trasparenza, il controllo. È assurdo che per lavorare nella Nettezza Urbana non si debbano superare i 29 anni e si debba aver avuto un’esperienza di meno di un anno nel settore. Tutto questo è vergognoso. I requisiti così stringenti sembrano favorire i ragazzi di garanzia giovani assunti durante la campagna elettorale. È necessario chiarire ed è fondamentale monitorare le operazioni della ditta Buttol che è una società privata che gestisce fondi pubblici. Il comportamento disinvolto dell’amministrazione va a scapito di tutti i lavoratori e dei cittadini di Torre del Greco che già si sono visti aumentare la tassa per la spazzatura con il nuovo piano industriale”.

Il link per accedere alle selezioni della Buttol.

Mariella Romano

Mariella Romano

Giornalista freelance, ho imparato il mestiere di cronista consumando le suola delle scarpe. Non canto storie, scrivo ciò che vedo e racconto l’umanità che incontro. Non sopporto i numeri. Non so fare equazioni e conti e, in un mondo di variabili, alla ragione preferisco il cuore. Mi piace, assai, la terra in cui vivo.

Articoli Correlati

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto Protetto