Le fototrappole incastrano gli incivili: multe fino a 450 euro

Torre del Greco, ecco chi sporca la città

Le fototrappole colpiscono ancora. Domenica 8 marzo, l’occhio telematico nascosto dal Comune di Torre del Greco per stanare le persone che depositano i rifiuti in luoghi e in orari vietati, ha consentito alla polizia municipale di elevare dieci contravvenzioni in poche ore. Multe da un minimo di 50 a un massimo di 450 euro per essersi libertati di sacchetti o di ingombranti nel parcheggio La Salle in un giorno in cui è assolutamente vietato lasciare rifiuti.

Dalle immagini filmate dal sistema di videosorveglianza introdotto dall’assessore all’igiene urbana, Raffaele Arvonio e approvato dal sindaco Giovanni Palomba, si vedono alcune persone lanciare il sacchetto senza neanche scendere dall’auto mentre altre, con tutto comodo, svuotano il portabagagli lasciando la spazzatura sul ciglio del marciapiede. Una cattiva abitudine che l’amministrazione spera di sradicare proprio utilizzando gli innovativi sistemi di controllo a distanza. Un supporto indispensabile per la polizia municipale coordinata dal comandate Salvatore Visone che, ormai da settimane, sta battendo il territorio per fermare gli sversamenti illegali: le fototrappole che possono essere sistemate dovunque, hanno la capacità di mimetizzarsi e quindi di sorprendere in flagranza i furbetti.

Mariella Romano

Mariella Romano

Giornalista freelance, ho imparato il mestiere di cronista consumando le suola delle scarpe. Non canto storie, scrivo ciò che vedo e racconto l’umanità che incontro. Non sopporto i numeri. Non so fare equazioni e conti e, in un mondo di variabili, alla ragione preferisco il cuore. Mi piace, assai, la terra in cui vivo.

Articoli Correlati

error: Contenuto Protetto